Stima ed apprezzamento per l’intervento del Sindaco di Francavilla al Mare (Chieti)

Le sorprese positive sembrano non finire.
Dopo il diluvio di “SÌ” alla fusione di Pescara, Montesilvano e Spoltore, leggo con apprezzamento e stima l’intervento “illuminato” con il quale il Sindaco di Francavilla al Mare (Ch) ha rivendicato il diritto della propria comunità di partecipare da protagonista al processo di costruzione della Città capitale dell’Adriatico, appena nato.

Questo vuol dire che se Renzi dovesse riuscire in tempi ragionevoli anche nel miracolo di liberarci “costituzionalmente” dalle Province (Francavilla al Mare è rimasta temporaneamente esclusa dal processo perché, in quanto facente parte di altra Provincia, il suo ingresso avrebbe richiesto l’approvazione di una legge dello Stato e non del solo Consiglio Regionale d’Abruzzo), nei prossimi mesi potrebbe innescarsi sul territorio di Pescara e dei Comuni contigui un processo davvero senza precedenti, per capacità di innovazione e di stimolo all’attrazione di nuovi investimenti.

Per quanto mi riguarda, l’appello del Sindaco Luciani merita un immediato riscontro positivo.
Dunque, province o non province e sia che questo accada in una prima o in una seconda fase, da domani può ritenersi coinvolto a pieno titolo in tutte le attività che ci vedranno impegnati.

Lascia un commento


Regole per commentare gli articoli

I tuoi messaggi non saranno censurati in pubblicazione.
Ma questo è uno spazio virtuale pubblico, e quindi devo specificare alcune regole obbligatorie a cui devi attenerti.
 
Non sono consentiti:

  1. messaggi inviati privi di indirizzo email valido
  2. messaggi anonimi (o utilizzare più nickname)
  3. messaggi pubblicitari
  4. messaggi con linguaggio offensivo
  5. messaggi che contengono turpiloquio
  6. messaggi con contenuto razzista o sessista
  7. messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

*